Dichiarazione del consigliere regionale lombardo Michele Usuelli +Europa/Radicali in risposta a Fabbrizio Cecchetti, intervistato oggi da il Giorgionale:

“ L’Onorevole Cecchetti, coordinatore lombardo della Lega Nord, riconosce con grande onestà intellettuale il momento di grossa difficoltà per la Lega e per tutto il centrodestra in Regione Lombardia. Teoricamente loro godono di una maggioranza molto ampia e blindata, eppure sulla mozione a mia prima firma sulle dimissioni di Savoini sono andati sotto, dopo aver dichiarato una presunta compattezza tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Da parte nostra nessuna trappola: abbiamo semplicemente segnalato l’inopportunità di avere un grande ammiratore di Putin nell’autorità garante per la comunicazione in Lombardia.

Eppure dal voto in Aula e dall’intervista di Cecchetti su Il Giornale emerge un dato di fatto: l’unità del centrodestra è una chimera. Certamente votano compatti quando c’è in ballo la classica spartizione partitocratica di fondi pubblici e di nomine di un certo peso, ma appena si presenta l’occasione riemergono contraddizioni arcinote.

Noi continueremo ad incalzare la maggioranza e la Giunta Fontana, ma non basta. È tempo che le forze di opposizione in Lombardia mettano in campo un progetto rinnovato, credibile e capace di attrarre il voto della maggioranza delle cittadine e dei cittadini lombardi. Chi non si riconosce nel malgoverno del centrodestra degli ultimi decenni ha l’obbligo di mettere da parte i personalismi per offrire a tutti i cittadini un’alternativa credibile, anche a chi in passato ha sostenuto Fontana, Maroni e Formigoni.”