Lombardia, Piano regionale per la non autosufficienza e requisiti per l’accesso ai nidi: Bolognini grande assente. Usuelli (+Europa Radicali): l’Assessore bidona commissione e associazioni.

A poco più di un’ora dal confronto previsto per questa mattina alle 10.30 in commissione Sanità presso il Consiglio regionale della Lombardia, sul tema della modifica di una importante delibera in materia di disabilità (Piano ragionale per la non autosufficienza), l’Assessore alle Politiche Sociali Stefano Bolognini marca visita. Una mail da parte degli uffici della commissione ha infatti informato i consiglieri che “al fine di consentire all’Assessore di presentare in commissione la versione definitiva della delibera” l’incontro previsto è rinviato a data da destinarsi.

Secondo Michele Usuelli (consigliere del gruppo +Europa Radicali) “L’Assessore Bolognini si è reso protagonista di un grave sgarbo istituzionale, un vero e proprio bidone nell’imminenza dell’appuntamento, tirato alla commissione e alle associazioni pervenute per ascoltarlo. Nell’arco della mattinata, tra l’altro, sarebbe stato discusso un altro importante e controverso provvedimento partorito dall’assessorato di Bolognini: quello sui requisiti per l’accesso agli asili nido su cui c’era stata nelle scorse settimane una forte mobilitazione degli operatori. Diamo atto a Bolognini di aver annunciato un dietro front, prima sui nidi e ora sul piano per la disabilità, ma la scelta di sottrarsi al dibattito in commissione, nonostante le ripetute richieste scritte e orali da parte dei gruppi di opposizione, è il segno di una grave mancanza di rispetto per i luoghi del confronto istituzionale e di marcata indifferenza verso le associazioni impegnate sul tema. La commissione è il luogo dell’approfondimento anche per l’Assessore, non un luogo di ratifica delle decisioni (in questo caso sbagliate) prese al chiuso del suo ufficio.”